L’attività sportiva

L’attività sportiva
G.S. Virtus Cornaredo è in possesso del riconoscimento da parte della FIGC di Scuola Calcio. È un riconoscimento molto importante che non tutte le Società hanno o vogliono avere Lavorare con e per i bambini presuppone uno spirito alla competizione estremamente differente rispetto a chi vuole “giocare per vincere”. Noi intendiamo insegnare il giuoco del calcio ai bambini. Il nostro settore giovanile presenta una squadra in ogni categoria del settore giovanile previsto dalla Federazione. Presso il centro sportivo dell’Oratorio sono a disposizione: 1 campo a 11 (110 x 60) omologato, 1 campo a 7 (60 x 40), 4 spogliatoi, Attrezzatura per la predisposizione di allenamenti specifici.

Piccoli Amici
La nostra Scuola Primi Calci si occupa dei bambini più piccoli, coloro che, non avendo ancora compiuto gli 8 anni, non possono ancora partecipare ai campionati organizzati dalla FIGC Il lavoro fondamentale ed essenziale in questa fascia d’età, è l’attività psicomotoria, l’allenamento cioè di movimenti del corpo coordinati ed in sequenza, con l’obiettivo finale di avere e sviluppare una buona corsa, un maggiore equilibrio, una corretta impostazione nel calciare la palla. Sono poi introdotte alcune nozioni di gioco di squadra, quali la trasmissione della palla, la ricezione della palla, il tiro in porta Vengono effettuate partite di calcio a 5 giocatori in tornei organizzati da differenti società. Nel mese di marzo si partecipa ai tornei organizzati dalla Lega, in cui, oltre alla “partita”, sono previste anche “prove tecniche” che vengono eseguite da ogni piccolo calciatore e che danno luogo a dei punteggi. Tutti i bambini indistintamente possono ricoprire il ruolo di portiere.

Categoria Pulcini a 5 giocatori
I bambini che hanno 8 anni compiuti entrano a far parte della categoria Pulcini. Viene eseguito il “tesseramento” di ogni giocatore e la copia del tesserino viene depositato in lega Si partecipa al primo campionato previsto organizzato dalla Lega . Le partite si disputano a 5 giocatori, ed è “obbligatorio” far giocare tutti i bambini (ma è comunque già una nostra Filosofia”. In questa fase i bambini acquisiscono una maggiore coscienza dei propri mezzi ed una maggiore capacità psicomotoria. Non viene svolta, durante gli allenamenti, attività “fisica” di potenziamento ma solo ed esclusivamente si lavora sul miglioramento della tecnica; conduzione della palla, ricezione della palla, trasmissione della palla, tiro in porta di interno, di esterno. Si inseriscono, nel corso dell’anno, le prime nozioni di “tattica” e di comprensione dello svolgimento dell’azione. Si può iniziare anche un leggero lavoro specifico per i portieri Le partite hanno durata di 15 minuti per tempo. L’arbitro è un Istruttore o un Dirigente della squadra che gioca in casa. Le porte misurano 4 x 2.

Categoria Pulcini a 7 giocatori
Si comincia, in questa categoria, a delineare la distinzione dei ruoli, difesa, centrocampo, attacco Si lavora ancora quasi esclusivamente sul pallone, gli esercizi fisici sono impostati ora sulla velocità di esecuzione. Si iniziano a effettuare delle valutazioni sui singoli attraverso dei test, che vengono ripetuti a distanza di tempo per valutare i miglioramenti. Si lavora sempre tanto sul miglioramento delle qualità tecniche. Il campo diventa più grande (60*40) si lavora sul “potenziamento” del calcio, utilizzando metodologie previste per la fascia di età. È sempre obbligatorio (previsto dalla Federazione) far giocare tutti i bambini, ma è già e sempre la nostra Filosofia… Le partite hanno durata di 15 minuti per tempo. L’arbitro è un Istruttore o un Dirigente della squadra che gioca in casa. Le porte misurano 4 x 2.

Categoria Pulcini a 9 giocatori
Il campo diventa ancora più grande, ma i bambini, specie se già praticano l’attività dai primi calci, hanno muscolatura e forza ben sviluppati. Il gioco diventa più veloce. Si comincia anche l’allenamento fisico sulla resistenza e sulla velocità. Si inserisce anche molta tattica in quanto i reparti si trovano a giocare in spazi sempre più “ampi”. Il portiere esegue allenamenti specifici con la diretta supervisione di un tecnico predisposto solo per l’allenamento dei portieri. È sempre obbligatorio far giocare tutti i giocatori in distinta, ma tanto viene sempre prima la nostra Filosofia…e cosi tutti si divertono. Non bisogna mai dimenticare l’allenamento della tecnica, essenziale per diventare un buon calciatore. Le partite hanno durata di 18 minuti per tempo. L’arbitro è un Istruttore o un Dirigente della squadra che gioca in casa. Le porte misurano 6 x 2 o 5 x 2. In deroga è possibile usare porte 4 x 2.

Categoria Esordienti a 11 giocatori
In molti dicono… finalmente il calcio. Si gioca a 11 giocatori. Tutti i ruoli previsti dal regolare giuoco del calcio sono ricoperti. Si gioca su campi regolamentari e con porte regolamentari. Le partite durano 3 tempi da 18 minuti. L’arbitro è un istruttore o Dirigente della squadra che gioca in casa. In questa categoria si lavora ormai anche a livello fisico, sia per sviluppare le doti aerobiche che per sviluppare la potenza. Si continua a lavorare sulla “tecnica” individuale (non si finisce mai di imparare e migliorare); ogni giocatore deve avere una buona capacità di gestire al meglio la palla. Si lavora poi sulla tattica, dove finalmente è possibile trasmettere importanti teorie sul movimento senza palla, e si inizia un lavoro più specifico per ogni singolo reparto.